Live Sicilia

Agrigento, tragedia per una fuga di gas

Esplode un'abitazione
Morta una donna


Articolo letto 350 volte

VOTA
0/5
0 voti

bomobola, esplosione, gas, Cronaca
E' stata una fuga di gas da una bombola da cucina a causare la doppia esplosione che ha ucciso Maria Velomino, 83 anni, in una abitazione di via Manzoni, ad Agrigento.

Oltre alla vittima, altre quattro persone sono rimaste ferite: la badante marocchina della donna, Khaddous Liaghdar, Calogero Clima, un disabile  vicino di casa e due carabinieri intervenuti per prestare soccorso. Sulla vicenda la Procura di Agrigento ha aperto un'inchiesta.

Secondo i vigili del fuoco che stanno effettuando i rilievi, il gas sarebbe fuoriuscito da una perdita nel tubo che collegava la bombola alla cucina. Nè la badante, che era in un'altra stanza, si sarebbero accorte della fuga.

La prima deflagrazione sarebbe stata causata dall'accensione di un televisore da parte dell'anziana vittima, investita in pieno dallo scoppio. Subito dopo sarebbe esplosa anche la bombola che era ancora aperta.

La badante invece sarebbe rimasta intossicata, così come l'inquilino al piano superiore raggiunto subito dai carabinieri, e rimasti anche loro intossicati dalle esalazioni. I quattro adesso si trovano ricoverati in ospedale.

Il palazzo di via Manzoni dove vivono una ventina di famiglie, intanto, è stato evacuato. Attualmente i vigili del fuoco sono impegnati ad assicurarsi che non ci siano rischi per la stabilità della struttura.