Live Sicilia

Mazara del Vallo

Peschereccio sequestrato
dalle motovedette tunisine


Articolo letto 334 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
Un peschereccio della flotta di Mazara del Vallo, il «Chiaraluna», con a bordo sette uomini di equipaggio (tre italiani e quattro tunisini) è stato sequestrato all'alba da una motovedetta di militari tunisini a sud del canale di Sicilia. Secondo le prime informazioni pare che il peschereccio sia stato condotto verso il porto di Sfax.

Il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, appresa la notizia del sequestro del peschereccio si è attivato con il ministero degli esteri affinché, tenuto conto del fatto che il peschereccio al momento del sequestro stava operando in acque internazionali, si adoperi presso le autorità locali per una rapida liberazione. Anche la Provincia di Trapani di è attivata. Il peschereccio potrebbe avere sconfinato in acque tunisine per un guasto alla strumentazione.
Già nel marzo scorso il «Chiaraluna» era stato sequestrato dalle autorità libiche mentre si trovava a circa quaranta miglia a Nord della costa africana. Allora a bordo si trovavano dieci uomini di equipaggio (sei tunisini e quattro italiani).