Live Sicilia

Notte di fuoco a Partinico, nel Palermitano

Bruciata la casa dell'ex sindaco
In fiamme anche un marmificio


Articolo letto 887 volte

VOTA
0/5
0 voti

fiamme, fuoco, giuseppe giordano, incendi, indagini, marmeria, partinico, siciliana marmi, Cronaca
In fiamme la casa di campagna dell'ex sindaco di Partinico, Giuseppe Giordano, e, a notte fonda, fuoco anche a un marmificio con ingenti danni. Una notte di fuoco nel paese del Palermitano, tristemente noto anche come il "far west" delle cosche mafiose.

Ieri intorno alle 19, qualcuno si è introdotto nella casa di contrada Giambrone rompendo una finestra. Una volta dentro avrebbe dato fuoco a degli pneumatici che, bruciando, hanno provocato l’annerimento delle pareti interne ed il danneggiamento del quadro elettrico. Nella denuncia presentata dal padrone dell'abitazione semi-arredata, l'ex sindaco di Forza Italia Giuseppe Giordano, riferimenti a tensioni sorte in seno al consiglio comunale cittadino.

A notte fonda si sono, invece, introdotti - attraverso una finestra molto alta - nel capannone della "Siciliana Marmi", in via Pitrè. Le fiamme hanno danneggiato l’intera struttura, macchinari e utensili vari per la lavorazione del marmo. In fiamme anche un muletto sollevatore, due ciclomotori, un furgone, un suv e un'autovettura sportiva. Il figlio della titolare ha posteggiato la sua auto nell'edificio all'una di notte e ancora non era accaduto nulla. La sorpresa è stata trovata stamane al momento dell'apertura. Nessuno dei vicini ha visto ho sentito nulla nonostante l'incendio sia durato ore. I danni - secondo Gaspare Leone, marito della titolare ma amministratore effettivo - ammonterebbeo a un milione e mezzo di euro e dovrebbero essere coperti dall'assicurazione. Le indagini sono in mano ai carabinieri.