Live Sicilia

Quasi duemila dipendenti

Ma cos'è questa Gesip?


Articolo letto 1.797 volte

VOTA
0/5
0 voti

franco alioto, gesip, mister x, palazzolo, Cronaca
Giacomo Palazzolo, direttore generale della Gesip - già sentito da livesicilia sul caso specifico dello skipper - non si esprime sulla storia di Francesco Alioto, dice che non ha elementi per contestare le sue  affermazioni: "Non posso smentire nulla. Anzi, ho constatato personalmente che  Alioto ha firmato tutti i fogli di presenza fino all'ultimo giorno di agosto.  Non penso si tratti di falsificazione. Se così fosse sarebbe davvero grave".
Così come considera gravi altri due casi di assenteismo verificatisi nell'arco di due anni: "A volte capita di non trovare il dipendente sul posto di  lavoro, può succedere. Ma quando diventa un'abitudine ricorriamo a procedure  piuttosto severe. Siamo arrivati persino a licenziare due impiegati. Uno però è  di nuovo a lavoro perché il giudice ha voluto così".
Palazzolo, avvocato dai capelli ricci e il pizzetto nero, è direttore  generale della Gesip dal 2007. Dopo avere chiarito la situazione di Alioto, ci racconta che cos'è la Gesip.  Un'azienda a totale partecipazione comunale, avviata quasi otto anni fa con  il fine di stabilizzare tutti gli Lsu provenienti da diverse cooperative. Sono  1917 i dipendenti che svolgono mansioni diverse, così descritte dal direttore:  "La nostra è una multiservizi. Attività principale è la manutenzione del verde  in città. Poi ci occupiamo di pulire gli uffici pubblici, gli asili nido, il  canile municipale e svolgiamo tutti i servizi cimiteriali a Sant'Orsola".
Gli uffici della Gesip si trovano  in via maggiore Toselli 36, in un palazzo
moderno color salmone, sede lavorativa di gran parte degli impiegati. "Altri -
come precisa il direttore generale - sono assegnati direttamente al Comune, ma
svolgono tutti gli incarichi connessi alla nostra attività.  Poi se fanno lavori extra io non lo so".  Il riferimento a "Mister X" è chiaro.