Live Sicilia

Politica

Il sindaco disattende l'incontro chiesto
da giorni dai giovani del Pdl


Articolo letto 565 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Politica
“Siamo veramente rammaricati nell’apprendere che il nostro sindaco, da noi sostenuto convintamente, abbia deciso di non rispondere, ne personalmente ne per interposta persona, al nostro invito per un incontro chiarificatore sui fatti accaduti e sulle soluzioni che proponiamo per la risoluzione dei problemi della città”. Così i dirigenti nazionali di Giovane Italia, Gaetano Canzoneri e Gabriele Vitale, commentano la mancata risposta del primo cittadino nei confronti della loro richiesta di incontro avanzata ormai tre giorni fa. “Riteniamo che i giovani - continuano Canzoneri e Vitale - impegnati giornalmente in tante attività al servizio dei cittadini, debbano essere la parte in causa più ascoltata, soprattutto quelli che, come noi, hanno investito nella sua candidatura e nel progetto di Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini". La richiesta dei giovani del Pdl era giunta all'indomani dello scoppio della bufera, conseguente il servizio di Striscia la notizia, che ha investito il primo cittadino palermitano: "Probabilmente il sindaco è troppo impegnato – continuano – a commettere ul ulteriore atto scellerato nei confronti delle famiglie palermitane, come l’aumento dell’IRPEF. A questo punto – concludono – non possiamo fare altro che prendere atto della totale indifferenza del Sindaco alle tematiche da noi sollevate, ritenendolo quindi inadatto a continuare in quel ruolo guida al quale noi stessi, unitamente alla maggioranza dei palermitani, lo avevamo investito”.