Live Sicilia

LE STORIE DEI SOPRAVVISSUTI

"Io, ancora vivo per miracolo"


Articolo letto 476 volte

VOTA
0/5
0 voti

frana, giampilieri, testimonianza, Cronaca
Le uniche voci udibili sono sommesse. Hanno ancora addosso la paura, l'odore della morte. Giampilieri. Sono le voci di quelli che si sono salvati, che hanno visto la frana e la fine a un passo e sono riusciti a farcela. "Ero in auto quando sono stato completamente travolto". Gli occhi sbarrati, il fango che ancora gli ricopre i vestiti, un ragazzo racconta così ai soccorritori della Capitaneria di porto e all'ANSA i terribili momenti vissuti nella serata di ieri a causa del nubifragio che ha colpito il messinese. "Stavo tornando a casa - dice - quando
improvvisamente quella massa mi è venuta addosso e mi ha colpito in pieno. Sono riuscito ad uscire dall'auto. E' stata un'esperienza terribile".

Altra storia, altra voce. "Due piani del palazzo dove vivevo hanno completamente ceduto e sono spariti". E' il racconto, frammentario, di una delle sopravvissute al disastro. La donna, che abitava al terzo piano di uno stabile a Scaletta, non riesce a rendersi conto di cosa sia successo.  "Abito sulla costa - dice la signora con un filo di voce - e ancora non mi rendo conto. Erano le otto di ieri sera. Tutto è successo in un attimo. Non so come possa essere successo, ma il primo piano e anche parzialmente il secondo dello stabile dove abitavo sono spariti".