Live Sicilia

TARSU

Nasce a Palermo lo sportello Anti Tarsu


Articolo letto 562 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Dal Palazzo
Dopo l'annullamento, da parte del Tar, della delibera della giunta comunale del 2006 che dispone l'aumento del 75% della TARSU, nasce a Palermo uno sportello al quale potranno rivolgersi i cittadini che hanno pagato le somme illegittimamente richieste.
A promuovere il servizio, che avrà sede in via Catania 42, è il consigliere Provinciale Antonio Rini (PdL Sicilia), insieme all’associazione "Fare città". Secondo i giudici del Tribunale Amministrativo Regionale, che hanno accolto il ricorso presentato da "Assindustria", la modifica della tariffa era di competenza del consiglio comunale e non della giunta.
"Il rincaro non ha tenuto conto del principio della gradualità, che è uno dei cardini della buona amministrazione degli enti locali - spiega il consigliere Rini -. Per questo abbiamo ritenuto necessario creare un punto di riferimento a cui potranno rivolgersi tutti i contribuenti per far chiarezza sulla loro posizione nei confronti del Comune richiedendo eventualmente la restituzione di quanto indebitamente percepito dall’Amministrazione". Alle parole del consigliere Rini fanno eco quelle del presidente dell'associazione Fare Città, Gaetano Canzoneri: "Vogliamo porci come punto di riferimento per i cittadini che ad oggi si sentono derubati dal Comune di Palermo - dichiara Canzoneri - per tale motivo all’interno dello sportello, noi di Fare Città abbiamo previsto la consulenza legale gratuita".