Live Sicilia

La seconda giornata della kermesse

La domenica del Festival della legalità


Articolo letto 358 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
Giovani, adulti, genitori con a fianco i loro figli, clown di corsia ad intrattenere il giovanissimo pubblico accorso per assistere allo spettacolo di animazione, forze dell'ordine intente nella dimostrazione dell'attività di addestramento delle unità cinofile: tutto questo e molto altro è il Festival della legalità, giunto alla sua seconda edizione, che appena ieri ha aperto i battenti. Dopo l'edizione pilota dello scorso anno, questo secondo appuntamento della kermesse registra il consenso del pubblico palermitano, che festeggia così il tributo della città a chi ogni giorno combatte la criminalità organizzata. La seconda giornata della manifestazione ha visto protagoniste le famiglie, con l'intrattenimento per i più piccoli, a cura dell'associazione ViviamoInPositivo Onlus: clown di corsia, ma anche volontari che portano avanti percorsi di educazione al buonumore nei quartieri a rischio della città, per recuperare i ragazzi di strada e arginare il fenomeno della dispersione scolastica. Complice anche il bel tempo, i tanti palermitani che stamattina hanno deciso di trascorrere la domenica a Villa Filippina hanno anche assistito alle dimostrazioni delle unità cinofile dei carabinieri e preso parte alla Santa Messa nella cappella, riaperta al pubblico dopo oltre vent'anni. In visita al festival, inoltre, un gruppo di giovani toscani, in Sicilia per un campo di studio sulle terre confiscate alla mafia a Corleone e riassegnate alla cooperativa sociale Lavoro e non solo. Tanti volti noti della Palermo che costruisce futuro sono accorsi anche oggi: dal presidente del Centro di Documentazione Peppino Impastato, Umberto Santino, ad Anna Puglisi, insignita lo scorso anno dell'onorificenza di Commendatore della Repubblica, fino ad Adele Mormino, soprintendente ai Beni Culturali di Palermo. Nel corso della mattinata anche il sindaco Diego Cammarata ha visitato il Festival.