Live Sicilia

Dopo la trasmissione di ieri sera

Martelli e Ferraro saranno interrogati


Articolo letto 472 volte

VOTA
0/5
0 voti

annozero, claudio martelli, cosa nostra, franco viviano, liliana ferraro, procura palermo, sandro ruotolo, stato, trattativa, Cronaca
L'ex ministro della Giustizia, Claudio Martelli, e l'ex direttore degli Affari penali, Liliana Ferraro (stretta collaboratrica anche del giudice Falcone), saranno sentiti dalla procura di Caltanissetta che indaga sulle stragi del 1992. Gli inquirenti hanno ritenuti interessanti i particolari emersi durante la trasmissione "Annozero" andata in onda ieri sera. La loro audizione è stata confermata dopo che stamane i magistrati hanno interrogato l'inviato della trasmissione di Santoro, Sandro Ruotolo. Il cronista ha confermato quanto già detto la sera precedente.

Dopo aver visionato le dichiarazioni rese da Martelli a un collega, Ruotolo ha chiamato direttamente l'ex esponente del Psi. Martelli ha confermato - dopo aver sentito Liliana Ferraro - che Paolo Borsellino era a conoscenza della trattativa avviata dai carabinieri con Vito Ciancimino. Anche il cronista di "Repubblica", Franco Viviano, è stato sentito dai magistrati, ma sul suo interrogatorio, che riguarderebbe altri fatti, c'è il massimo riserbo.

La domanda che resta è perché Martelli e la Ferraro hanno atteso 17 anni per rivelare un particolare così importante per le indagini? Ambedue saranno anche sentiti dalla procura di Palermo che indaga sulla trattativa intavolata fra Stato e Cosa nostra.