Live Sicilia

Festival della legalità, dibattito sulla stampa

"Occorre garantire ai giornalisti
la libertà di espressione"


Articolo letto 495 volte

VOTA
0/5
0 voti

fetival della legalità, franco nicastro, libertà di stampa, palermo, villa filippina, Cultura e Spettacolo
“È interesse del Paese riuscire a garantire ai giornalisti di potere fare il loro lavoro. In Italia il giornalismo troppo spesso è stato considerato uno strumento della politica”. Così il presidente dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia, Franco Nicastro, ha espresso la sua preoccupazione in merito alla libertà di stampa, nel corso del dibattito “Libertà di parola”, che si è tenuto in mattinata a Villa Filippina, in occasione del Festival della legalità. Di fronte agli studenti delle scuole, sono intervenuti anche il Gip di Palermo Piergiorgio Morosini e il giornalista Alberto Spampinato. “Tralasciando il carattere sbracato di certe affermazioni, i giornalisti non sono dei farabutti – ha proseguito Nicastro –. Se si guarda a quanto accaduto nelle ultime settimane, è chiaro come il potere arrivi oggi ad arrogarsi la pretesa di controllare l’informazione, persino i palinsesti tv”.

“Il pluralismo – ha sottolineato Morosini – non è soltanto la condizione fondamentale per ogni democrazia compiuta, ma è soprattutto la prima garanzia per tutti i cittadini. Oggi il dibattito pubblico ruota attorno al tema del giornalismo e della magistratura di parte. Se proprio bisogna parlare di schieramenti, esistono magistrati e giornalisti che stanno sulla stessa sponda per la funzione che stanno svolgendo nella vita democratica, di certo non per il loro personale orientamento culturale o ideologico. Il dato più preoccupante è l’immagine di un potere che, di fatto, dimostra di temere il controllo”. “Il grande problema dell’informazione italiana – ha precisato Spampinato – riguarda il fatto che spesso non è possibile dire tutto ciò che invece di dovrebbe dire perché una notizia sia completa”.