Live Sicilia

La promessa di Cammarata

Parola di sindaco: "L'Amia non fallirà"


Articolo letto 415 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
"Stiamo, ormai da tempo, lavorando per assicurare ad Amia il risanamento ed il riequilibrio dei conti attraverso la sua ripatrimonializzazione e assicurando un nuovo contratto di servizio adeguato ai costi che l'azienda ormai da anni affronta. Un percorso difficile ma virtuoso sul quale cioè il massimo impegno dell'amministrazione comunale. Siamo convinti che non esistano i presupposti per arrivare al fallimento dell'azienda, per la quale l'amministrazione comunale ha assunto nel tempo provvedimenti finalizzati tutti a garantire il servizio e il mantenimento dei livelli occupazionali. E' stata questa la preoccupazione che ci ha mosso in questi mesi, che ci ha spinto a chiedere ad Amia un nuovo piano industriale che riducesse al minimo l'adeguamento del corrispettivo dovuto e che ci ha indotto ad adottare i provvedimenti necessari per la ripatrimonializzazione e i successivi investimenti. Ho già dato mandato, come è ovvio, ai legali dell'amministrazione di difendere presso il Tribunale fallimentare le nostre e ragioni e i nostri convincimenti". Lo afferma in una nota il sindaco di Palermo, Diego Cammarata, dopo che la Procura ha chiesto il fallimento dell'Amia, l'azienda interamente partecipata dal Comune e che gestisce il ciclo dei rifiuti.