Live Sicilia

PALERMO

Lavoratori sui tetti per protesta


Articolo letto 396 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Le brevi
Ventitre operatori della società cooperativa Apas sociale onlus sono saliti sul tetto di palazzo delle Aquile mentre altri 62 hanno manifestato in piazza Pretoria. "I lavoratori protestano - si legge in una nota - perché a fronte di quasi 58 mila euro che l'Amia deve alla cooperativa (come valore dei materiali riciclabili raccolti), e nonostante le promesse dei giorni scorsi, l'azienda non ha ancora accreditato alla cooperativa neanche i 3,100 euro circa che ha già incassato dalla trinacria Metalli come corrispettivo dei rottami metallici conferiti dalla cooperativa". Per Giorgio Ciaccio, direttore amministrativo della Apas, "risulta evidente l'intento da parte di Amia Spa di ostacolare questa realtà produttiva, che , messa nelle condizioni di lavorare, allevierebbe la situazione di emergenza riducendo di molto i volumi dei rifiuti per le strade e i costi di smaltimento". "Il lavoro della cooperativa Apas - aggiunge Ciaccio - non pesa ne sui bilanci dell'Amia ne su quelli del comune di Palermo, si finanzia esclusivamente con i contributi dei consorzi di filiera (Comieco, ndr) sui materiali riciclabili recuperati. La cooperativa Apas, formata dai cosiddetti cenciaioli, non ha più soldi per andare avanti, per pagare la benzina o per spedire una semplice raccomandata, ma soprattutto i suoi soci lavoratori e le loro famiglie non hanno più nulla da mangiare".