Live Sicilia

Lavoro

Cambia il sistema informativo regionale


Articolo letto 701 volte

VOTA
0/5
0 voti

agenzia regionale per l'impiego, lavoro, regione siciliana, Dal Palazzo
Va avanti la riforma dei servizi pubblici per l'impiego nella Regione siciliana. L’assessorato al Lavoro e alla formazione ha avviato la riorganizzazione dei centri per l’impiego esistenti.

“In particolare - afferma l’assessore Luigi Gentile - gli stessi interventi si sono concentrati sulla informatizzazione degli uffici centrali e periferici del dipartimento lavoro. In proposito, nel gennaio scorso, è stato anche costituito un gruppo interassessoriale intermedio di governance composto da differenti responsabili con competenze in materia di lavoro e sistemi informativi”.

Il gruppo, coordinato dall’Agenzia regionale per l’Impiego, ha monitorato tutte le azioni già avviato da marzo e ha predisposto un documento operativo di scenario per la progettazione della piattaforma telematica del sistema lavoro. Messo a punto anche un piano degli interventi propedeutici al suo avviamento. Il documento operativo di scenario consente di pervenire alla piena operatività del sistema dei servizi pubblici per l’impiego (Spi).

Nel rispetto della competenza del dipartimento bilancio in materia di informatizzazione, è stato predisposto un progetto di servizio dal titolo “Acquisizione in riuso e gestione del sistema informativo lavoro locale per l’assessorato al Lavoro” elaborato dalla società di scopo Sicilia e servizi spa.

Fino al 25 ottobre il sistema risulterà in manutenzione per consentire l’espletamento delle attività residue e dal 26 ottobre sarà fruibile nella Regione siciliana nella modalità di gestione in house. “Il programma Sill - conclude Gentile - è un sistema che consente la gestione delle politiche attive e passive la cui competenza è dei servizi uffici provinciali del lavoro e dei centri per l’impiego. Il suo accesso infatti è riservato agli operatori degli uffici periferici dell’assessorato al Lavoro e agli operatori accreditati degli sportelli multifunzionali attraverso l’uso di credenziali”.