Live Sicilia

PORTO EMPEDOCLE (AG)

Rigassificatore, la Provincia invia atti in Procura


Articolo letto 593 volte

VOTA
0/5
0 voti

porto empedocle, rigassificatore, Le brevi
Finisce in Procura il progetto per la realizzazione del rigassificatore a Porto Empedocle. Il presidente del consiglio provinciale di Agrigento, Raimondo Buscemi ed il segretario generale hanno infatti trasmesso alla procura della Repubblica un Dvd contenente un file audio con le dichiarazioni rilasciate dell'ex comandante della Capitaneria di Porto di Porto Empedocle, Maurizio Trogu, il quale esprime perplessità sull'iter seguito per l'approvazione del progett. A sollevare il caso è stato l'ambientalista agrigentino Gian Joseph Morici che ha fatto ascoltare l'audio durante una riunione straordinaria del consiglio provinciale. Trogu sostiene che il gruppo di lavoro di cui faceva parte e che ha esaminò il progetto, dispose ben 27 prescrizioni, delle quali, secondo quanto ha appreso, non si sarebbe tenuto conto in sede di approvazione definitiva del progetto. Trogu fa riferimento alla riunione del Comitato tecnico regionale che ha dato via libera al rigassificatore. "Dove siano finite queste prescrizioni - ha detto Trogu - non lo voglio sapere. Io non partecipai poi alla riunione del comitato tecnico regionale dove non avrei avuto diritto di voto. Non potendo votare mi sono detto: che ci vado a fare, per essere eventualmente complice di porcate?'. Dichiarazioni che per il segretario generale della Provincia Giuseppe Vella, debbono essere poste all'attenzione della Procura della Repubbblica, alla quale è stato trasmesso il verbale della seduta ed il Dvd contenente la registrazione.