Live Sicilia

Manager di agenzie di viaggio
Da gennaio master dell'Isida


Articolo letto 529 volte

VOTA
0/5
0 voti

agenzie viaggio, isida, manager, managment, master, Zapping
Partirà a gennaio 2010 il master di "Management nelle agenzie di viaggi" dell'Isida, l’Istituto Superiore per Imprenditori e Dirigenti di Azienda di Palermo. Il corso, rivolto principalmente a manager, titolari e dipendenti di agenzie di viaggio interessati ad accrescere la loro professionalità attraverso l’acquisizione di metodologie e strumenti per fronteggiare le nuove sfide del settore, è organizzato in partnership con HPVacanze e avrà una durata complessiva di circa 6 mesi.

Le lezioni si terranno nei giorni di lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 14 alle 16 attraverso la FaD – formazione a distanza – sul sito web dell’Isida con il supporto di streaming video e di chat per interagire con il docente. Sono previste tre competenze in uscita: Responsabile/addetto di front office, Responsabile Amministrativo e Responsabile Commerciale. Al termine del corso, verrà rilasciato un certificato di competenze valido per la richiesta di crediti formativi spendibili in ambito universitario e lavorativo nel territorio dell’Unione Europea.

“La frequenza del corso prevede il rilascio di un certificato di competenze che consente la quantificazione del bagaglio esperienziale di ogni individuo e che dà la possibilità di avere riconosciuti dei crediti a livello universitario e/o lavorativo - afferma Renato Magistro, coordinatore del corso - Il certificato di competenze risponde a due diverse esigenze: una di tipo individuale, il diritto degli studenti e dei lavoratori al riconoscimento delle competenze acquisite nei diversi contesti di studio e di lavoro, in ambito nazionale ed europeo; e una di tipo collettivo che consiste nel garantire la trasparenza dei percorsi formativi e nell’agevolare l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro. Viviamo oggi in un momento di grande vulnerabilità cognitiva a causa della rapida obsolescenza delle conoscenze, per cui è importante per chiunque voglia fare il suo ingresso sul mercato del lavoro o voglia restarvi a pieno titolo, attivare un processo di valorizzazione delle conoscenze acquisite - continua  - Risulta quindi chiaro che nel contesto lavorativo dell’UE sempre più orientato alla mobilità e in cui non esistono barriere territoriali di alcun tipo diventa fondamentale per tutti ottenere un riconoscimento delle competenze che vada anche oltre i confini del paese dove sono state conseguite, senza passare per un livellamento delle forme e dei contenuti, ma  - conclude - rafforzando le caratteristiche peculiari del percorso di formazione del singolo individuo”.