Live Sicilia

Il commento alla sentenza sui brogli

Orlando: "Abbiamo avuto la conferma"


Articolo letto 504 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
"A quanti hanno guardato, con ostilità e sufficienza, le mie denunce penali non resta che far presente che ieri è arrivata la conferma in sede giudiziaria penale di reati commessi da sostenitori del sindaco Cammarata durante le elezioni amministrative di Palermo nel 2007". Lo ha detto Leoluca Orlando, portavoce nazionale dell'Italia dei valori, ricordando che "due presidenti di seggio sono stati condannati ad oltre quattro anni di carcere, e due candidati di liste a sostegno di Cammarata ad oltre tre anni di carcere". "I condannati - precisa Orlando - dovranno altresì pagare il risarcimento dei danni alle parti civili costituite: numerosi cittadini, oltre a me, che ho promosso l'azione penale, al senatore Fabio Giambrone e al partito Italia dei Valori". Per Orlando quelle elezioni "furono caratterizzate tanto da numerose ipotesi di reato quanto da brogli e irregolarità sostanziali, tutti a favore del Cammarata proclamato sindaco". "Per rispetto della libertà e volontà degli elettori - aggiunge - continueremo a coltivare tutte le azioni penali già intraprese e pendenti, ricordando che siamo in attesa della sentenza del tribunale amministrativo regionale che, dopo aver riscontrato documentalmente fondate le denunce di illegittimità sostanziale dell'intera procedura, annulli l'elezione di un sindaco tanto dannoso per la Città quanto abusivo".

Fonte Ansa