Live Sicilia

"Le vie dei sapori" presentate a Marsala


Articolo letto 512 volte

VOTA
0/5
0 voti

agroniva, anfe, ares, logos, vie dei sapori, Zapping
Quindici posti di lavoro come ambasciatore del gusto; finanziamenti per dare vita a venti nuove imprese; formazione professionale per ottanta aziende. Sono i numeri del progetto “Le Vie dei Sapori” presentato stamani a Marsala. L’iniziativa, finanziata dal ministero dell’Economie e finanze e dall’assessorato regionale al Lavoro, nasce dalla collaborazione di quattro partner: Agronica, che opera nel settore dello sviluppo socio-economico del territorio utilizzando i fondi strutturali; Anfe Sicilia, impegnata nel campo della formazione professionale e dell'emigrazione; Ares, cooperativa che si occupa di consulenza alle imprese, formazione professionale e sviluppo di progetti integrati; Logos, società operante nel campo delle risorse umane.

L’obiettivo del progetto è duplice: valorizzare le identità territoriali locali e dare impulso alle attività imprenditoriali e professionali esistenti e nuove, attraverso la realizzazione di un percorso di alta formazione, accompagnamento al lavoro e consulenza. Innanzitutto, è stato creato un portale (www.leviedeisaporti.it) capace di collegare, direttamente, senza intermediazione, enti pubblici e privati, consumatori e imprenditori, curiosi ed esperti. Consultando le pagine on line si potranno conoscere le aziende che vendono un determinato prodotto, le ricette per cucinarlo, i percorsi turistici per scoprire i luoghi di produzione, le normative a disposizione per provare a lanciarsi nel mondo dell’imprenditoria. E così via: mille curiosità, informazioni, documenti. Tutto con un semplice clic.

Il progetto “Le vie dei Sapori” comprende, inoltre, l’organizzazione di un master per formare una figura professionale - l’ambasciatore del gusto - finora assente in Sicilia. Il corso, già avviato, è riservato a 52 giovani, quindici dei quali avranno la certezza di essere introdotti nel modo del lavoro. Le aziende che si assicureranno la loro professionalità, infatti, riceveranno dei contributi a fondo perduto. L’ambasciatore del gusto sarà un esperto nella valorizzazione della cultura enogastronomia siciliana e dovrà conoscere le tradizioni che rendono l’Isola metà ambita dei turisti. Al termine del master i ragazzi selezionati frequenteranno uno stage in strutture pubbliche e private. Il progetto prevede inoltre il finanziamento di venti nuove attività imprenditoriali, fra quelle selezionate, che puntano sulla valorizzazione dei prodotti tipici. Infine, saranno organizzate una serie di manifestazioni promozionali nel territorio, incontri per far conoscere i prodotti siciliani ai compratori stranieri e alcuni seminari di studio. Il primo si è svolto stamani al Complesso Monumentale San Pietro di Marsala, sul tema “Prospettive future per l’economia agroalimentare siciliana: quali possibilità di sviluppo”.