Live Sicilia

Parla il venerabile

"Nessun segreto" nella loggia Ausonia


Articolo letto 1.102 volte

VOTA
0/5
0 voti

ausonia, barcellona pozzo di gotto, carmelo la rosa, legge anselmi spadolini, loggia massonica, messina, Cronaca
"La nostra non è una loggia segreta perché è stata regolarmente denunciata al commissariato di Barcellona ed è provvista di una statuto generale che si rifà agli statuti della massoneria regolare". Nessun segreto, dunque, sulla loggia "Ausonia", finita in un'inchiesta della procura di Messina che gli contesta la violazione della legge Anselmi-Spadolini sulle associazioni segrete. La dichiarazione è del maestro venerabile Carmelo La Rosa, primario del pronto soccorso dell'ospedale Cultroni Zodda di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, e già assessore provinciale nelle file di Forza Italia.

Iscritti nel registro degli indagati anche un altro medico, un informatore scientifico, due docenti ed un funzionario Inps. Nei registri c'erano i nomi di una quarantina di persone, tra le quali ex e attuali amministratori locali di Barcellona Pozzo di Gotto. Alcuni iscritti appartenevano ad An e all'Udc. E' stato l'imprenditore Maurizio Marchetta, dopo aver denunciato i principali esponenti mafiosi della zona, a parlare della loggia Ausonia, coinvolta nell'operazione "Sistema" della squadra mobile di Messina, lo scorso febbraio. Durante le perquisizioni alla loggia "Ausonia" in piazza Marconi, vennero fuori gli elenchi degli associati, residenti per lo più fra Messina, Milazzo e Barcellona.