Live Sicilia

Il consigliere D'Arrigo

Mpa: "Sconfitta la cecità del sindaco"


Articolo letto 887 volte

VOTA
0/5
0 voti

d'arrigo, diego cammarata, Mpa, Cronaca, Politica
"Il voto unanime del Consiglio, con l'astensione del presidente Alberto Campagna, alla modifica della delibera di giunta che imponeva ai cittadini di Palermo il raddoppio dell'Irpef per gli anni 2009, 2010 e 2011 ha sconfitto la cecità politica del sindaco Cammarata". Lo dice il consigliere comunale del Mpa, Leonardo D'Arrigo. "Attendiamo ora, dopo il pronunciamento del Garante per il contribuente della Sicilia che anche il Tar Lazio si pronunci - aggiunge D'Arrigo - sull'arbitraria iniziativa della giunta del raddoppio Irpef 2009". Per D'Arrigo "il Consiglio comunale in tutte le sue componenti si è dimostrato all'altezza del compito di rappresentanza degli interessi generali della città e dei cittadini, che in questi anni oltre che a ricevere servizi insufficienti subivano la beffa della maggiorazione della Tarsu così come dell'Irpef". "Il voto quasi unanime dei consiglieri comunali - conclude - in materia di prelievo fiscale, rimette i paletti dei confini della compresenza di sindaco e giunta che ripetutamente hanno sconfinato nell'ambito di compiti e funzioni che sono e restano del Consiglio comunale".