Live Sicilia

La strage di via dei Georgofili a Firenze

I parenti delle vittime chiedono
la deposizione di Gaspare Spatuzza


Articolo letto 415 volte

VOTA
0/5
0 voti

attentato, firenze, georgofili, mafia, uffizi, vittime, Cronaca
L'associazione che riunisce le famiglie delle vittime della strage dei Georgofili chiede che il collaboratore di giustizia sia ascoltato dai magistrati di Firenze che presiedono il processo sull'attentato mafioso nel capoluogo toscano nel maggio del '93. "Auspichiamo - si legge in una nota diffusa da Giovanna Maggiani Chelli - che il collaborante Spatuzza, nei prossimi giorni, sia sentito in trasferta a Firenze come si è fatto con Giovanni Brusca  davanti alla Corte di Assise di Appello di Catania presso l'aula bunker di Firenze, per il procedimento contro Buscemi. Crediamo sia giusto sentire Gaspare Spatuzza fin dalle prime ore, là dove i morti ammazzati dalla mafia in una fase terroristica ed eversiva pesano sicuramente di più sulle coscienze di troppi. Man mano che i verbali di Gaspare Spatuzza vengono resi noti dalla stampa, perché è chiaro noi non abbiamo diritto ad essere informati in prima persona, del resto siamo solo i parenti dei morti del 27 maggio 1993, ebbene  dalle dichiarazioni del collaborante Spatuzza stragista in prima persona in via dei Georgofili, è sempre più chiaro che il tritolo piazzato sotto la Torre dè Pulci, e sotto le finestre dei nostri parenti, era per produrre morti durante una trattativa ignobile".