Live Sicilia

Influenza A, ambulatori presi d'assalto

La psicosi del vaccino


Articolo letto 495 volte

VOTA
0/5
0 voti

influenza A, palermo, vaccino, Cronaca
I centri ambulatoriali di Palermo sono stati presi d'assalto da anziani, donne in stato di gravidanza e mamme con bambini che si mettono in coda fin dalle prime ore del mattino per poter fare il vaccino contro l'influenza A. In alcuni casi i medici sono stati costretti a mandare via le persone perché tra ieri pomeriggio e questa mattina sono state già esaurite le dosi date in dotazione ai singoli centri. "Abbiamo vaccinato da ieri circa un centinaio di persone - dice Giuseppe Raia, igienista dell'ospedale Enrico Albanese - esaurendo immediatamente le dosi che avevamo. Abbiamo già fatto richiesta di riceverne altre perché altrimenti dovremo mandare indietro le persone". In altri centri di Palermo, invece, l'organizzazione stenta a ingranare "volevo fare vaccinare mio padre che essendo anziano rientra tra le categorie a rischio - dice una donna - ma, pur essendo il giorno dedicato a loro, i medici mi hanno detto di non poterlo vaccinare perché avevano già usato le dosi per le donne incinta e i bambini, finendo così le provviste". Infine tra la gente c'é confusione "alcuni medici mi hanno detto che era sufficiente - dice Carmelo Savona - presentare la semplice ricetta medica, altri invece vogliono anche il modulo rilasciato dal medico di base, la scheda anamnestica prevaccinale. E intanto è la terza volta che faccio da spola tra il mio medico e il centro vaccinale".