Live Sicilia

La lettera di minacce

Vittime dei Georgofili: "Solidarietà"


Articolo letto 533 volte

VOTA
0/5
0 voti

vittime georgofili, Cronaca
"Solidarietà a quanti in queste ore, in nome e per conto delle nuove norme sull'inasprimento del 41 bis sono stati minacciati" è espressa dall'associazione tra i familiari delle vittime della strage di via dei Georgofili, in riferimento a intimidazioni ricevute, tra gli altri, dai ministri Angelino Alfano e Roberto Maroni. Secondo il presidente dell'associazione, Giovanna Maggiani Chelli, "ai mafiosi stragisti eversivi del 1993 soltanto un regime severo ma necessario può impedire di gestire affari miliardari dal carcere e, ancora più grave, decidere la morte di essere umani e mettere in atto attentati terroristici come quello di via dei Georgofili". "Ribadiamo tutto quanto abbiamo detto e ampiamente ripetuto in questi lunghi sedici anni - conclude la nota - Cosa nostra collabori con lo Stato e ci dica chi era insieme all'organizzazione criminale in via dei Georgofili la notte del 27 Maggio 1993 con il cerino in mano e solo allora, per quello che ci riguarda, il 41 bis potrà venire meno per chi dimostra di voler riportare questo Paese sulla strada della democrazia".