Live Sicilia

Palermo

Rientra lo sciopero di Amia Essemme
Riprende la raccolta dei rifiuti


Articolo letto 487 volte

VOTA
0/5
0 voti

cassonetti, emergenza, palermo, raccolta, rifiuti, Cronaca
È rientrata questa mattina l'astensione dal lavoro dei 926 dipendenti dell'Amia Essemme. Riprende dunque la raccolta dei rifiuti a Palermo, anche se alcune zone della città continuano a lamentare qualche disagio. In particolare nei quartieri Oreto, Arenella, Zisa, Papireto e nei pressi della Fiera i rifiuti non sono stati completamente rimossi.

Per lunedì, intanto, è fissato un incontro tra i sindacati e i vertici della società. I dipendenti di Amia-Essemme accusano ritardi ormai cronici nel pagamento degli stipendi, le precarie condizioni delle sedi, la mancata di vaccinazione degli ultimi assunti, una ottantina, e l'interruzione della profilassi per gli altri lavoratori.
L'80% dei dipendenti non accetta l'ipotesi di passaggio alla società d'ambito Palermo Ambiente, chiedendo l'assunzione all'Amia spa. I lavoratori, molti dei quali ex Lsu, sono stati assunti con contratto a tempo indeterminato dall'agosto 2004 e stamane hanno fornito dei dati che dimostrerebbero il costante aumento dei carichi di lavoro: dai 132 mila chilometri spazzati nel 2005, si è passati ai 187 mila del 2008.

"I lavoratori di Amia-Essemme - spiega il segretario regionale del sindacato, Paolo Di Gaetano - a fronte di un lavoro che comprende anche la pulizia di tombini, delle sedi aziendali, del diserbo, guadagnano meno dei colleghi di Amia spa e non hanno mai attivato la contrattazione di secondo livello".