Live Sicilia

Il "pane ca' meusa"
sbarca a Milano


Articolo letto 685 volte

VOTA
0/5
0 voti

'Antica Focacceria San Francesco, milano, Zapping
Sabato 14 novembre alle 11 sarà presentata alla stampa la sede milanese dell'Antica Focacceria San Francesco che aprirà al pubblico lunedì 16, in via San Paolo 13, alle spalle del Duomo. Locale simbolo del centro storico di Palermo, l'Antica Focacceria San Francesco ha celebrato appena lo scorso 3 novembre il suo 175° compleanno. Sebbene con quattro anni di ritardo, dovuti ai noti fatti di cronaca relativi alle estorsioni subite e denunciate, e grazie al suo spirito di innovazione, oggi l’Antica Focacceria S. Francesco è pronta a sfidare il mercato globale con un ambizioso piano di sviluppo internazionale.

Dopo un periodo di start-up per testare il mercato milanese, effettuato tra febbraio e giugno 2009 in Brera, oggi la decisione di operare autonomamente. La nuova sede di Milano farà da apripista al progetto di espansione all’estero, che prevede l’apertura di filiali in Europa, America del Nord e del Sud, Medio ed Estremo Oriente. A tale innovativo progetto hanno mostrato interesse e fatto concrete proposte due grandi Fondi di Investimento internazionali che credono nell’idea degli imprenditori siciliani.

Proprio in queste ore, Fabio e Vincenzo Conticello, ultimi eredi della famiglia Alaimo–D’Accardio, hanno scelto il partner che li accompagnerà nel progetto di sviluppo con il quale offriranno nel mondo un’immagine nuova e di alta qualità del Made in Sicily della ristorazione e non solo. L'annuncio ufficiale sarà dato proprio nel corso della conferenza stampa di sabato mattina. Saranno i due fratelli Conticello a illustrare il progetto che vede il locale milanese come un vero centro di produzione culturale. Dove le specialità siciliane (focacce, arancine, sfincioni, cannoli ecc.) servono da catalizzatore per incontri ed eventi di vario genere: dalla musica alla fotografia alla poesia. Non mancheranno i vini siciliani di qualità, per i quali l'Antica Focacceria ha rinnovato la partnership con la casa vinicola Planeta, che condivide il rigore nella tutela delle tradizioni enogastronomiche e la difesa della legalità.