Live Sicilia

Operazione Family market

E la droga arrivava anche in carcere


Articolo letto 472 volte

VOTA
0/5
0 voti

carabinieri, family market, palermo, Cronaca
La droga sarebbe pure entrata in carcere. L'episodio emerge dalle intercettazioni contenute nell'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 34 persone arrestate stamane a Palermo nell'operazione dei carabinieri. E' il 28 marzo 2008, Vincenza Marino si reca al carcere Pagliarelli di Palermo dove è detenuto il marito, Nicola Sciacovelli. Supera i controli ed entra nella sala colloqui del penitenziario. Dopo i saluti dice al marito: "Guarda che mi sono fatta nel naso", portando le dita alla faccia. Poi, aggiunge: "Me la sono messa qua" e indica, questa volta, l'interno della bocca. "C"erano i cani, c'erano i cani", racconta la donna ricostruendo i controlli a cui era stata sottoposta prima di entrare in cella. Controlli che era riuscita ad eludere portando, secondo l'accusa, una dose di cocaina al marito. (Ansa)