Live Sicilia

Palermo, il titolare: "Sono stato minacciato"

Gioielleria rapinata
e cassaforte abbandonata


Articolo letto 793 volte

VOTA
0/5
0 voti

cassaforte, gioielleria, ladri, rapina, Cronaca
Dopo aver disarcionato la saracinesca della gioielleria, hanno imbracato la cassaforte con delle corde riuscendo a tirarla fuori dal locale con un braccio meccanico ma qualcosa non ha funzionato. Nel tentativo di caricarla su un camion la cassaforte è caduta proprio davanti al negozio. A quel punto i ladri hanno preso il denaro che era contenuto in una cassa, brillanti e alcuni oggetti in oro e sono fuggiti. La rocambolesca rapina, non completamente andata a segno, è stata scoperta all'alba a Palermo dalla polizia che sta cercando di ricostruire il colpo ordito con una tecnica da film d'azione. Gli investigatori ritengono che nella dinamica del colpo vi siano punti oscuri. La gioielleria si trova in via Francesco Raimondo, vicino la chiesa di Sant'Agostino, alle spalle del teatro Massimo e a pochi metri dal comando dei vigili del fuoco, in pieno centro. I ladri, secondo gli investigatori, avrebbero agito tra le 4 e le 6 del mattino; per non fare scattare il sistema d'allarme hanno tagliato i fili elettrici della cabina Enel, facendo saltare la rete nell'intero stabile dove si trova la gioielleria. Dietro il furto potrebbe esserci la mano della criminalità organizzata. Girolamo Catania, proprietario del negozio, dice di avere subito minacce in passato. "Lo scorso settembre - racconta il commerciante - ho trovato della colla nei lucchetti e venti giorni fa qualcuno ha tranciato i fili del telefono e quelli elettrici. Ho denunciato entrambi gli episodi ai carabinieri, secondo cui però non sarebbero collegabili tra loro". Il commerciante è stato avvertito stamattina dalla polizia. "I danni sono ingenti - aggiunge - Hanno distrutto tutto, ci vorranno almeno 100 mila euro per sistemare il locale". Il gioielliere non riesce a quantificare invece il valore della merce rubata. "In cassa - prosegue - c'erano 29 mila euro e nei cassetti erano custoditi gioielli in oro e brillanti, no so ancora quanti di questi preziosi sono stati rubati". Davanti al negozio si sono radunate decine di persone incuriosite dall'enorme cassaforte abbandonata in strada, alta due metri e del peso di 5 tonnellate. La gioielleria si trova nella zona di Sant'Agostino, un'area piena di negozi e vicina al mercato popolare del Capo. (Ansa)