Live Sicilia

Sono 159 i casi nell'ultima settimana

Influenza A, un morto nel Ragusano
Grave un 37enne ricoverato all'Ismett


Articolo letto 1.122 volte

VOTA
0/5
0 voti

influenza A, suina, vaccino, Cronaca
E' morto stamani nel reparto di rianimazione dell'ospedale Guzzardi di Vittoria un uomo di 68  anni affetto dall'influenza A H1N1. L'uomo era ricoverato dal primo novembre scorso ma il suo stato clinico - secondo quanto diagnosticato dai sanitari - era compromesso da altre patologie come una fibrosi polmonare e artrite reumatoide. Il 7 novembre scorso l'esito del tampone rinofaringeo aveva confermato la presenza del virus. A Ragusa sono molto gravi le condizioni di un altro paziente, un allevatore di 41 anni, ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale civile e affetto dallo stesso virus.

Intanto sfiora quota 500 il numero di ricoveri accertati per l'influenza A nella nostra regione, e solo nell'ultima settimana sono stati 159 i casi, segno che il virus comincia a propagarsi con maggiore velocità, in attesa del picco del contagio, previsto per metà dicembre. Procede spedita, intanto, la campagna di vaccinazione di massa allestita dall'assessorato alla Sanità: sono oltre 46 mila le persone che si sono sottoposte alla profilassi in Sicilia, e di queste, 26 mila solo negli ultimi sette giorni. A vaccinarsi soprattutto soggetti a rischio, donne in gravidanza e persone affette da malattie croniche serie su tutti, mentre le dosi proseguono a confluire dall' Istituto zooprofilattico di Roma ai vari centri di vaccinazione predisposti dalle aziende sanitarie provinciali in modo tale da assicurare la continuità del servizio, scongiurando il rischio di esaurimento delle scorte. Una situazione particolarmente critica si è, inoltre, registrata in questi giorni all'ospedale dei bambini Di Cristina , nel cui presidio pediatrico si vive un via-vai senza sosta, con genitori in ansia per l'eventuale contagio dei loro piccoli figli. Sale, infatti, a quota 4 il numero di bambini ricoverati per l'influenza pandemica  ed aumenta pure la richiesta di tamponi per appurare la natura dei sintomi influenzali. Code si registrano, inoltre, nel reparto di Malattie infettive. All' Ismett di Palermo, invece, è stato trasferito in elicottero un trentasettenne che era ricoverato al Policlinico di Messina per complicazioni respiratorie manifestatesi dopo l'aver contratto il virus H1N1: l'uomo è adesso sottoposto ad ossigenazione extracorporea ed assistito da rianimatori della struttura palermitana. Rimangono gravi ma stazionarie, intanto, le condizioni cliniche  della donna trentenne, affetta da influenza A e ricoverata all'Ismett di Palermo dopo aver dato alla luce due gemelli nell'ospedale di Caltagirone, paese in cui nei giorni scorsi era deceduta una donna di trentotto anni colpita dal virus ma affetta da gravi patologie pregresse. Continuano, poi,  ad andare a ruba i rimedi fai-da-te per proteggersi dal virus A con farmacie e supermercati che registrano richieste sempre superiori: è quasi impossibile  ormai trovare un palermitano sprovvisto di salviettine imbevute e gel disinfettante con cui lavarsi le mani e tenere lontano lo spettro del contagio.