Live Sicilia

Lombardo: "Non azzereremo la giunta"

"L'Udc? Non governiamo
con chi ci insulta sempre"


Articolo letto 441 volte


cuffaro, giunta, governo, lombardo, Mpa, regione siciliana, udc, Politica
"Penso che presto riusciremo a chiudere il cerchio in questa verifica di governo. I nodi da sciogliere sono tanti. Per quanto riguarda l'ingresso dell'Udc in giunta, credo che questo partito per gli insulti che ci lancia ogni giorno non voglia proprio entrare nell'esecutivo". Lo ha detto il Governatore Raffaele Lombardo, all'indomani dell'incontro sulla verifica di governo tra Mpa e Pdl. "Sarebbe un modo poco comprensibile - ha aggiunto - varcare la soglia di una casa denigrando gli inquilini. E comunque questo non è un ostacolo alla definizione di un programma. L'azzeramento della giunta non serve: sarebbe insensato. L'assetto della Regione cambierà per legge con la riforma dei dipartimenti e degli assessorati che entrerà in vigore dal primo gennaio. L'anno nuovo tutti gli assessori saranno o confermati o cambiati e comunque rinominati di sana pianta. Creare problemi a un mese da quella scadenza non è un elemento di incomprensione tra di noi". "L'incontro di ieri tra Mpa e Pdl - ha precisato Lombardo - era bilaterale. Il confronto con il Pdl-Sicilia è molto piu semplice perché siamo in piena sintonia su vari punti dell'azione di goeverno. Alla fine vi sarà un incontro conclusivo con quanti si ritroveranno a sostenere il governo". Lombardo ha aggiunto di avere chiesto al presidente dell'Ars Francesco Cascio di "non trattare in aula mercoledì prossimo il rendiconto finanziario del 2008 fino a quando non vi sarà un'ampia maggioranza che non faccia correre rischi ai siciliani". "Se si approverà anche - ha osservato - tra tre mesi non cambierà nulla".