Live Sicilia

Fiat di Termini Imerese

Uilm: "Il governo tiri fuori le unghie"


Articolo letto 555 volte

VOTA
0/5
0 voti

fiat, termini imerese, Uilm, Economia
"Il governo tiri fuori le unghia e affronti con la Fiat la questione dello stabilimento di Termini Imerese. Ieri il ministro Scajola ha spiegato ai lavoratori siciliani che l'azienda intende aumentare il volume produttivo, obiettivo confermato oggi da Sergio Marchionne, che però intende farlo attraverso tagli. Com'é possibile?". Lo afferma Vincenzo Comella, segretario provinciale di Palermo della Uilm, commentando le dichiarazione dell'amministratore delegato del Lingotto. "Dal comportamento che adotterà su questa vicenda - aggiunge il sindacalista - si capirà se il governo ha una linea di sottomissione all'azienda o se difende gli interessi dei lavoratori. Il sindacato resta vigile e valuterà le iniziative da mettere in atto rispetto alle posizioni assunte da Marchionne". Ieri gli operai di Termini Imerese, che da due giorni occupavano il municipio, avevano deciso di fermare la protesta.