Live Sicilia

Conferenza a Marrarino

“La pace è nelle nostre mani”


Articolo letto 532 volte

VOTA
0/5
0 voti

conferenza pace, Mazzarino, Zapping
Tutto pronto per la prima conferenza internazionale sulla Pace, organizzata dal comune di Mazzarino e voluta dal sindaco Vincenzo D’Asaro. In città ci saranno sindaci iracheni, iraniani e rappresentanti di organizzazioni che hanno conseguito il Nobel per la Pace.
Ad organizzare il tutto è stato il dott. Luciano Scambiato, consulente del sindaco per i rapporti internazionali, che ha ribadito come: “Dopo anni di oblio e di oscurantismo, per usare le parole del Sindaco D’Asaro, Mazzarino esce allo scoperto e lo fa con grande stile cercando di trovare una propria collocazione all’interno della Comunità Internazionale e, più in particolare, all’interno della grande organizzazione di Sindaci presieduta dal Primo Cittadino di Hiroshima (Mayors for Peace – Sindaci per la Pace).
Non posso non assecondare le politiche internazionali scelte dal nostro sindaco e da me condivise poiché contribuiscono ad un incremento culturale della città di cui sono orgogliosamente cittadino. Mazzarino sarebbe in quei  due giorni al centro della Sicilia – afferma Luciano Scambiato - ed al centro di un importante dibattito come l’abolizione degli armamenti e la creazione di un futuro migliore per le generazioni a venire L’idea di portare a Mazzarino delle delegazioni straniere e dei Premi Nobel, rappresenta un importante trampolino di lancio non solo per riallacciare vecchi rapporti con i Sindaci di altre città ma anche per avviare nuovi processi culturali ed economici attraverso scambi con altre città”.
La due giorni della pace (giovedì 26 e venerdì) 27) vedrà in città la presenza del sindaco di Firenze, Matteo Renzi; di Luciano Monticelli, sindaco di Pineto e Gaetano Vallescura, sindaco di Silvi (entrambi sindaci per la pace). Inoltre ritornerà a Mazzarino il sindaco di Halabja (Iraq), Khder Kareem ed il sindaco di Kermanshah, seconda città Iraniana, Mr Fakhri.
Dell’International Peace Bureau (organizzazione riconosciuta delle Nazioni Unite) sarà presente Fulgida Barattoni ed il presidente dell’International Physicians fort the Prevention of Nuclear War, Michele Di Paolantonio, Premio Nobel per la Pace nel 1985.