Live Sicilia

Mandati dalla Regione

Comune, arrivano gli ispettori
Cammarata: "Che squadrone"


Articolo letto 695 volte


cammarata, campagna, caputo, chinnici, comune, giammanco, ispettori, petralia, pirrone, pisciotta, regione, scoma, Cronaca, Politica
Arrivano gli ispettori della Regione al Comune di Palermo per verificare presunte irregolarità dell'amministrazione Cammarata. I più informati ricorderanno, infatti, l’esposto che circa un mese fa Leoluca Orlando e Italia dei Valori presentarono all’assessore regionale agli enti locali, Caterina Chinnici, e al presidente della regione Raffaele Lombardo. Negli esposti, sia quello di Idv che quello di Un’Altra Storia, si contestavano numerose irregolarità – più di trenta – commesse, a detta dei dipietristi e del gruppo della Borsellino, dall’amministrazione Cammarata negli ultimi anni. I firmatari delle denunce si appellarono allora a un precedente: così come successo col sindaco di Favignana nel 2008, qualora le presunte irregolarità fossero verificate in sede d’ispezione, anche in questo caso il presidente della Regione sarebbe nelle condizioni di rimuovere il sindaco della città, mantenendo in carica il consiglio comunale fino a nuove elezioni. È notizia di oggi che la richiesta di IdV e Un’Altra Storia è stata accolta dalla Regione, che ha avviato l'ispezione al Comune di Palermo per verificare la fondatezza degli esposti e quindi la regolarità dell'azione amministrativa.

L'assessore regionale della Famiglia, Caterina Chinnici, ha firmato il decreto che incarica quattro dirigenti regionali di condurre l'indagine. A farne parte sono: Luciana Giammanco, responsabile dell’Ufficio ispettivo dello stesso assessorato, Giuseppe Petralia, funzionario dello stesso ufficio, Salvatore Pirrone dell’assessorato dei Lavori pubblici e Mariano Pisciotta dell’assessorato del Bilancio e delle Finanze.

"Tale intervento – ha detto la Chinnici - è il necessario strumento tecnico, previsto dalla legge, per approfondire quanto segnalato nei due esposti. La scelta di affidare l'incarico a 4 dirigenti regionali è stata fatta in considerazione delle numerose materie oggetto delle segnalazioni, nonché del lungo arco temporale da prendere in esame".

Secca la replica del primo cittadino, che ha subito precisato: "Apprendo che il presidente della Regione ha disposto l'ispezione nei confronti del Comune di Palermo. Una decisione adottata – a detta del sindaco – in un momento in cui meglio farebbe a curarsi di far funzionare il governo della Regione piuttosto che dare credito a contestazioni che sono frutto, in maniera evidente, di ostilità politiche ed acredine personale e che sono prive di alcun fondamento. Siamo pronti – ha aggiunto il primo cittadino - comunque ad accogliere lo 'squadrone' degli ispettori e forniremo loro tutti gli elementi necessari a far comprendere quanto risibili siano le contestazioni che ci vengono mosse".

In serata è arrivata anche la solidarietà a Cammarata da parte di tre deputati regionali del Pdl: ''Stupisce che mentre il Pdl in Parlamento è impegnato a ricostruire un clima di serenità per giungere alla compattezza della maggioranza, che ha fatto vincere le elezioni a Lombardo, l'assessore agli Enti Locali, Caterina Chinnici invia ispettori al Comune del capoluogo siciliano che è guidato da un sindaco del Pdl". Lo dicono i deputati del Pdl Salvino Caputo, Francesco Scoma e Alberto Campagna commentando la notizia dell'invio degli ispettori al Comune di Palermo. "O siamo in presenza - aggiungono - di scelte che nulla hanno a che vedere con la politica o, peggio, si tratta di una provocazione posta in essere da chi evidentemente non lavora per risolvere questa crisi"