Live Sicilia

Polemica dopo l'intervista a Cascio

L'Mpa insiste: "Rinvio"
Pd critico: "Sfuggono"


Articolo letto 429 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Politica
''Con il rispetto dovuto al Presidente dell'Assemblea e alle sue prerogative, vorremmo rammentargli che i dirigenti di partito impegnati nella verifica di maggioranza per ripristinare condizioni di agibilità all'azione del governo e ai lavori del Parlamento, hanno chiesto congiuntamente di avanzare all'Ars una proposta di rinvio per la trattazione degli argomenti della seduta di domani (oggi, ndr)''. Lo afferma Nicola D'Agostino, vice capogruppo del Mpa all'Ars, commentando le dichiarazioni del presidente dell'Ars Francesco Cascio a proposito del rinvio dei lavori d'aula. ''Tutto ciò - aggiune D'Agostino - per evitare che, in un quadro di rapporti ancora in divenire, si possano determinare incomprensioni che compromettano l'esito della trattativa. E chiunque sia interessato al buon esito della verifica, dovrebbe collaborare facendo prevalere il buon senso e non altri sentimenti''. 
Intanto il Pd attacca:  "Rinviare la seduta all'Ars conferma che il presidente Lombardo sfugge al confronto in aula''. Lo ha detto il segretario regionale del Partito Democratico della Sicilia, Giuseppe Lupo (nella foto). ''La crisi del Governo - aggiunge - paralizza la Sicilia e non può  essere affrontata come un affare privato. Servono interventi urgenti per lo sviluppo e il lavoro. La Sicilia non può perdere, per l'immobilismo del Governo, milioni di euro di fondi comunitari destinati alla crescita economica e sociale mentre le famiglie, i lavoratori e le imprese soffrono la crisi. Lombardo - conclude Lupo - prenda atto che Berlusconi ha abbandonato la Sicilia e dica in Parlamento se, con chi e con quale agenda politica intende andare avanti".