Live Sicilia

DALLA PROVINCIA

"I soldi persi con la Ibs Forex erano destinati a opere ancora ferme"


Articolo letto 366 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Le brevi
“Teniamo a sottolineare che i fondi che la Provincia di Palermo investì attraverso la società Ibs Forex erano destinati ad opere pubbliche da realizzare, come la Corleone-Partinico, il foro boario di Caccamo o il porto di Termini Imerese. Non si trattava di avanzi di bilancio, ma di fondi per i quali molte opere pubbliche sono ancora ferme”. Questa, nella sostanza, la denuncia dei consiglieri provinciali Luisa La Colla (Idv), Antonio Marotta (Rc) e Silvio Moncada (Pd) membri della commissione consiliare d’indagine sul caso Ibs Forex, attorno al quale pendono circa 40 milioni di euro, forse irrecuperabili per le casse provinciali. Secondo la ricostruzione dei tre consiglieri, le responsabilità politiche della vicenda sono da attribuire alla “scriteriata amministrazione Musotto”, come denuncia La Colla, mentre le responsabilità amministrative ricadrebbero sulle spalle dell’ex direttore generale Caruso e del ragioniere generale Bonomo. Al presidente Avanti, a cui i tre recriminano soltanto di avere, forse, sottovalutato la questione, i consiglieri chiedono oggi di “prendere adeguati provvedimenti al fine di operare radicali cambiamenti nella struttura burocratica/amministrativa dell’Ente”.