Live Sicilia

Mafia, clan Lo Piccolo

Processo "Addio Pizzo 4"
Pene per 130 anni di carcere


Articolo letto 1.356 volte

VOTA
0/5
0 voti

addio pizzo, coa nostra, lo piccolo, mafia, Cronaca
Pene per complessivi 130 anni di carcere sono stati inflitti al processo denominato Addio Pizzo 4 contro il clan dei boss di San Lorenzo, Salvatore e
Sandro Lo Piccolo. Sotto processo erano 23 imputati accusati, a vario titolo,
di associazione mafiosa, estorsione aggravata, traffico internazionale di
droga, detenzione di armi e favoreggiamento. Condannati a sei mesi ciascuno
anche tre commercianti: Rosalia Messina, Leonardo Ragusa e Vincenzo Schillaci,
imputati di favoreggiamento per avere negato di pagare il pizzo. Il processo si
è svolto davanti al Gup Mario Conte con il rito abbreviato che ha dato la
possibilità agli imputati di ottenere lo sconto di un terzo della pena. I
pubblici ministeri erano Annamaria Picozzi e Marcello Viola. Questo l'elenco
completo degli imputati e le rispettive pene: Francesco Briguglio 3 anni e 4
mesi (ha ottenuto un ulteriore sconto riservato ai pentiti), Giuseppe Bruno 6
anni, Giuseppe Biondino 8 anni, Fabio Chianchiano 9 anni e 4 mesi, Domenico
Ciaramitaro 6 anni, Antonino Cusimano 6 anni, Gabriele Davì 8 anni e otto mesi,
Salvatore Davì 6 anni, Rosolino Di Maio 8 anni, Salvatore Di Maio 6 anni,
Gaspare Di Maggio 6 anni, Mario Ferrazzano 8 anni, Francesco Franzese 2 anni e
8 mesi (anche lui é un collaboratore di giustizia), Roberto La Vardera 8 anni,
Giuseppe Lo Verde 11 anni e sei mesi, Antonino Mancuso 6 anni e 4 mesi,
Salvatore Mangione 8 anni, Rosalia Messina sei mesi, Leonardo Ragusa sei mesi,
Vincenzo Schillaci sei mesi, Domenico Serio 6 anni, Guido Spina 5 anni, Mariano
Troia 8 anni. Gli imputati sono stati condannati anche al pagamento dei danni
in favore delle parti civili: Marcello Bongiovì e Giuseppe Todaro,
rispettivamente legale rappresentante della Bfg ricevimenti e titolare della
Iregel Srl, che si erano ribellati al racket; Comune e Provincia di Palermo,
Confcommercio, Centro Pio La Torre, Confindustria Palermo e Sicilia, Solidaria,
Sos Impresa, Fai e Addiopizzo.