Live Sicilia

La strategia del governatore

La riapertura ai lealisti del Pdl
Cinque poltrone in ballo


Articolo letto 516 volte

VOTA
0/5
0 voti

apertura lealisti, crisi regione, raffaele lombardo, Politica
Quando ormai sembrava che Raffaele Lombardo, presidente della Regione  Siciliana, avesse deciso la strada da seguire, ecco che si riapre le trattative  con i lealisti del Pdl. Questo cambiamento di strategia è inaspettato se si  pensa che fino a qualche settimana fa proprio i berlusconiani doc erano stati accusati dal presidente di "avere voltato  le spalle", bocciando il documento di programmazione economica e  finanziaria. Il cuore della trattativa sembrano essere le poltrone da  assegnare: i lealisti chiedono cinque assessori, ma il governatore non  vorrebbe concedergliene più di tre. Il presidente, dunque, ha deciso di giocare su due fronti: da una parte  riapre le porte del dialogo con i lealisti del Pdl; dall’altra continua le  trattative con il Pd che entrerebbe in gioco se il governatore "scaricasse" il  Pdl. Quest’ultima ipotesi sembra essere stata presa in considerazione anche dal segretario  del Pd, Pierluigi Bersani. Nei prossimi giorni Bersani si recherà a Palermo e già da questo pomeriggio  attenderà notizie dall’Ars, dove Lombardo chiuderà il dibattito sulle  dichiarazioni programmatiche che ha reso nell’ultima seduta d’aula. L'ipotesi ventilata? Appoggio tecnico.