Live Sicilia

MARSALA

Incidente sul lavoro, rinvio a giudizio


Articolo letto 446 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Le brevi
Il giudice dell'udienza preliminare del tribunale di Marsala, Caterina Greco, ha disposto il rinvio a giudizio dei rappresentanti della Sielte Spa e della Sdc impianti, per la morte nel febbraio del 2007 di Enrico Caracò, rimasto vittima in contrada Settesoldi a Salemi di un incidente sul lavoro. Il Gup ha anche ammesso come parti civili la Fiom Cgil nazionale e della Sicilia in virtù delle finalità dello statuto delle due organizzazioni sindacali. Lo rende noto il sindacato. Caracò, 52 anni, era dipendente della Sdc impianti, azienda di Terracina (Latina) subappaltatrice della Sielte che operava a sua volta per conto di Telecom. Nel decreto di rinvio a giudizio si parla di "negligenza, imprudenza, imperizia e violazione delle norme per la prevenzione degli incidenti sul lavoro". Sempre nelle istallazioni telefoniche a gennaio di quest'anno un altro grave incidente, ancora nella provincia di Trapani, a Calatafimi, ha causato la morte di un operaio della Sielte. "La magistratura dovrà accertare - dice Mimma Argurio, segretaria della Cgil di Trapani - quali sono state le responsabilità che hanno provocato l'incidente a Marsala".