Live Sicilia

LICATA

Intimidazione al presidente del consiglio comunale


Articolo letto 510 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Le brevi
Il presidente del consiglio comunale di Licata, Angelo Vincenti, ha ricevuto una busta, recapitatagli cinque giorni fa, contenente proiettili e un biglietto che lo minacciava di morte qualora avesse votato la sfiducia al sindaco Angelo Graci. Il primo cittadino era finito ai domiciliari il 24 novembre scorso, accusato di corruzione. Successivamente il gip Lisa Gatto aveva sostituito la misura cautelare con il divieti di dimora a Licata. Sull'intimidazione a Vincenti indagano i carabinieri.