Live Sicilia

Il co-coordinatore del Pdl, Nania

"Ok ad aggiustamenti
ma niente ribaltoni"


Articolo letto 514 volte

VOTA
0/5
0 voti

pdl, sicilia, trasformismo, Politica
"Il Presidente Lombardo dovrebbe sapere che i cittadini hanno scelto un Governatore, una maggioranza ed un programma. Durante il mandato, il programma può essere integrato ed adattato ai problemi e all'emergenze, ma non si possono cambiare le maggioranze, né è politicamente corretto sostenersi su un partito che gli ha presentato contro un altro candidato, un'altra maggioranza e un altro programma". Lo afferma il co-coordinatore del Pdl in Sicilia, Domenico Nania. "Qualunque aggiustamento in corso d'opera è legittimo, ma mai un ribaltone. - aggiunge - Abbiamo lavorato per un mese come Pdl, con l'Mpa, rappresentato dal Commissario regionale, senatore Oliva, accompagnato dal senatore Pistorio e a volte, anche con i parlamentari Lo Monte e Leanza, con questo spirito". Per Nania, "non ricomporre una maggioranza, che con la buona volontà dimostrata da tutti sarebbe ed è facile ricostruire, sarebbe davvero sconcertante e preoccupante, perché sintomo che dietro la vicenda siciliana c'é 'qualcosa che non quadra'". "Se ciò non dovesse accadere, e questo modello venisse riportato altrove, - osserva - per esempio in Veneto, verrebbe meno quel bipolarismo e quell'alternanza, sancita dagli elettori e prevista in Costituzione, almeno per quanto riguarda le elezioni regionali".