Live Sicilia

Il blitz, le rivelazioni di Franzese

"Chi ha a che fare con la Gesip
conosce gente mafiosa"


Articolo letto 1.626 volte

VOTA
0/5
0 voti

francesco franzese, gesip, mafiosi, Cronaca
Francesco Franzese, il primo dei pentiti del clan Lo Piccolo, parla di Vito “Speranza” Nicolosi - arrestato stamane nell’operazione “Eos 2” di carabinieri e finanza - mettendolo a fianco di Fabio Chianchiano, capomafia dello Zen arrestato il 23 ottobre 2008. “Era vicino a cose di politica – dice Franzese riconoscendo Nicolosi in foto - ora io non so se lui si occupava pure di politica, che era alla Gesip, se c’entra con qualche cooperativa, perché lì alla Gesip sono tutti immischiati con la politica…può essere, no io di politica so che si occupava di quest…almeno…questi politici”.

Cose di politica. Franzese rivela che “al 99% tutti quelli che hanno avuto a che fare con la Gesip o hanno fatto entrare qualcuno alla Gesip, conoscono mafiosi, gente mafiosa… ci hanno mangiato assieme”. Poi parlando di Nicolosi aggiunge che “lui aveva a che fare con pure Nicola Ferrara, Nicola Ferrara è uno dei politici che c’era però io non parlo di politica nazionale… sono persone che hanno bazzicato nei uomini politici…di basso anche rango, cose…di profilo così, però sempre che sono persone vicine alle…perché…erano avevano anche una grossa voce in capitolo…in queste cooperative Nicola Ferrara, anzi fu uno dei primi a creare le cooperative…e quindi questi politici lui li gestiva… perché? Perché acquisiva ai politici gli è sempre interessato tutti questi voti della Gesip”.