Live Sicilia

Speciale natale

Il presepe di Gangi


Articolo letto 1.320 volte

VOTA
0/5
0 voti

2009, gangi, natale, Zapping
L'antica Betlemme ambientata tra i caratteristici vicoli di Gangi. Vecchie abitazioni, cortili e vicoli per tre giorni, dal 25 al 27 dicembre, ospiteranno la prima edizione del presepe vivente. A diventare una sorta di set, sotto le stelle, saranno quei luoghi tanto cari al regista Wim Wenders che proprio a Gangi ha girato alcune scene del film: “Palermo Shooting”.

“Da Nazareth a Betlemme” non sarà la classica rappresentazione i cento attori e figuranti, in costumi palestinesi, riproporranno fedelmente la quotidianità dell’epoca, rappresentando le più significative scene della Natività.

La grotta, dove è nato Gesù, sarà ricostruita ed ambientata in uno degli angoli più affascinanti del centro storico: sotto l'arcata dell'antica Torre Normanna adiacente piazza del Popolo.

Frutto di una meticolosa ricerca storica, la rappresentazione è stata opportunamente divisa in due momenti, uno strettamente laico e l’altro religioso.

L’aspetto laico approfondirà uno spaccato succinto della comunità dell’epoca con i suoi usi e costumi e i mercati dell’epoca, mentre per l’aspetto religioso le scene proposte saranno dall’apparizione dell’Angelo e la fuga dal censimento di Maria e Giuseppe che da Nazareth si recano a Betlemme dove nascerà il “Salvatore”.

Ad accompagnare i visitatori, lungo il percorso, una guida in abito d’epoca, un sottofondo musicale e una voce fuori campo che descriverà le varie scene e le atmosfere del tipico paesaggio urbano palestinese.

Le rappresentazioni si svolgeranno il 25 e il 27, dalle 17,30 alle 24,30, e il 26 dalle 19,30 alle 24,30. I vicoli le vie che si trasformeranno in un teatro all’aperto saranno Via Minosse, Via san Vito e via Madrice. Il prezzo del biglietto sarà di 2,5 euro che comprendo lo sconto di 1 euro da spendere nei vari esercizi commerciali del centro storico.

“Gangi, tra arte, storia e tradizioni – ha detto il sindaco Giuseppe Ferrarello – siamo veramente contenti di aver contribuito alla realizzazione di un evento del genere, un’occasione per presentare sotto una veste diversa il nostro prezioso centro storico che ha mantenuto negli anni la sua caratteristica medievale”.

Il progetto è nato da un idea del Forum giovani ed è stato curato e promosso da Luciano Inguaggiato, Carmelo Domina, Stefano Sauro, Peppuccio Ballistreri, Giovanni Germanà e grazie alla collaborazione delle associazioni locali, con il contributo della Provincia regionale di Palermo, dell’Unione dei comuni dei Ventimiglia e del Comune di Gangi.