Live Sicilia

Per i dipendenti regionali

Approvato il regolamento
del fondo pensioni


Articolo letto 445 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Dal Palazzo
La giunta regionale siciliana, presieduta da Raffaele Lombardo, su proposta dell'assessore alla Presidenza, Gaetano Armao, ha approvato il regolamento del fondo pensioni per i dipendenti regionali. Approvata, su proposta dell'assessore della Famiglia, delle Politiche sociali e delle Autonomie locali, Caterina Chinnici, l'istituzione di un tavolo tecnico sulle povertà, composto dai rappresentanti delle parti sociali, del terzo settore, degli enti locali. Il tavolo dovrà supportare le scelte da intraprendere in favore degli indigenti e delle famiglie che versano in situazione di difficoltà economica. La giunta ha inoltre avviato la discussione sulle future nomine dei nuovi dirigenti generali dei dipartimenti. Quanto al fondo di quiescenza, è stato istituito con la legge n. 6 (articolo 15) approvata dall'Ars il 14 maggio di quest'anno. E' un ente pubblico non economico dotato di autonomia patrimoniale, finanziaria, gestionale, amministrativa e contabile. "Sono convinto - sottolinea l'assessore Armao - che il Fondo di quiescenza per i dipendenti della Regione potrà essere varato entro il mese di gennaio del prossimo anno". Con l'istituzione del fondo la Regione pone fine, dopo trent'anni, a un'anomalia, ovvero al pagamento delle pensioni degli ex dipendenti con i fondi del bilancio regionale. Il regolamento introduce, tra le altre cose, la figura del garante per l'erogazione delle prestazioni del fondo, che verrà nominato dal presidente della Regione su proposta dell'assessore alle Autonomie locali e alla Funzione pubblica. Ai servizi del fondo si provvederà con personale di ruolo dell'amministrazione regionale collocato in posizione di distacco. Gli oneri del personale restano a carico della Regione. La dotazione organica iniziale viene stabilita in cento dipendenti. Attualmente, il numero di pensionati regionali è pari a circa 15 mila unità. Il costo, che è a carico del bilancio della Regione, ammonta a circa 500 milioni di euro all'anno.