Live Sicilia

La vertenza fiat

L'arciprete di Termini:
"Calpestata la dignità"


Articolo letto 597 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
''Qualcuno ha calpestato la dignità di migliaia di famiglie e l'ha fatto in  modo violento. E' triste sentire come sono stati stati trattati gli operai che  si trovavano a Roma per manifestare''. Lo ha detto ieri nell'omelia per la messa di
Natale, l'arciprete di Termini Imerese, don Francesco Anfuso, riferendosi alle
parole pronunciate dall'ad della Fiat, Sergio Marchionne a Palazzo Chigi  durante la presentazione del piano industriale, ufficializzando la decisione di
non produrre più auto nella fabbrica siciliana, a partire dal 2012. ''Ben  vengano allora altri a Termini Imerese - ha aggiunto don Anfuso - La Fiat ha  preso fin troppi miliardi''. L'arciprete da molti anni è vicino alle famiglie.