Live Sicilia

Capodanno al Massimo, la proposta di Lino Buscemi

Cambiamo la scritta sul frontone
"La manciata rinnova i popoli..."


Articolo letto 654 volte

Riceviamo e pubblichiamo un piccolo e ironico contributo dell'avvocato Lino Buscemi, dell'ufficio del garante regionale per i diritti dei detenuti. "Dopo la decisione di trasformare la platea del Teatro Massimo di Palermo in sala da ballo e in ristorante propongo, con effetto immediato, la sostituzione della storica scritta che campeggia all'ingresso principale del teatro con la seguente: LA MANCIATA RINNOVA I POPOLI E NE CONSUMA LA VITA. VANO DELLE CENE IL DILETTO OVE NON MIRI A PREPARAR IL BALLETTO. PROSIT!"

VOTA
0/5
0 voti

Capodanno, palermo, teatro massimo, Cultura e Spettacolo
Riceviamo e pubblichiamo un piccolo e ironico contributo dell'avvocato Lino Buscemi, dell'ufficio del garante regionale per i diritti dei detenuti. "Dopo la decisione di trasformare la platea del Teatro Massimo di Palermo in sala da ballo e in ristorante propongo, con effetto immediato, la sostituzione della storica scritta che campeggia all'ingresso principale del teatro con la seguente: LA MANCIATA RINNOVA I POPOLI E NE CONSUMA LA VITA. VANO DELLE CENE IL DILETTO OVE NON MIRI A PREPARAR IL BALLETTO. PROSIT!"