Live Sicilia

I carabinieri trovano un arsenale

Pronti a uccidere: 8 arresti nel Nisseno


Articolo letto 1.546 volte

VOTA
0/5
0 voti

armi, arresto, omicidi, Sommatino, Cronaca
Erano pronti a commettere omicidi. E in un ovile, nelle campagne di Sommatino, nel Nisseno, avevano nascosto un vero e proprio arsenale. Con l'accusa di associazione mafiosa e detenzione illegale di armi sono state fermate otto persone. Farebbero parte di un clan che stava preparando una serie di attentati contro esponenti mafiosi delle cosche di San Cataldo e Sommatino. Il blitz è stato condotto dai carabinieri del comando provinciale di Caltanissetta che hanno anche arrestato in flagranza una ragazza: Agata Cianci, 18 anni, moglie di Salvatore Mastrosimone, proprietario della masseria, tra i fermati. La giovane è stata trovata in possesso di un'arma con matricola abrasa. Nell'ovile sono stati trovati tre revolver, una semiautomatica con silenziatore, due fucili a canne mozze, due fucili da caccia, una bomba a mano e 200 cartucce di vario calibro per pistola, revolver e fucile.