Live Sicilia

Termini imerese

Fiat, Mastrosimone (Fiom):
"Siano gli operai a decidere"


Articolo letto 674 volte

VOTA
0/5
0 voti

fiat, termini imerese, vertenza, Economia
''Tutte le decisioni a Termini Imerese sono state prese, fin dal 2002, dagli operai. Pur ritenendo legittime le posizioni della Fim, ritengono che questo metodo vada rispettato: siano i lavoratori a decidere quali iniziative intraprendere per difendere lo stabilimento Fiat''. Lo dice il segretario della Fiom a Termini Imerese, Roberto Mastrosimone. Secondo l'esponente sindacale ''e' necessario riunire il consiglio di fabbrica della Fiat e poi organizzare un'assemblea con tutti i lavoratori diretti e delle aziende dell'indotto prima del 7 gennaio, quando e' previsto il rientro nelle fabbriche''. ''Non dimentichiamo - aggiunge Mastrosimone - che io, Giovanni Scavuzzo (Fim) e Vincenzo Comella (Uilm) prima di essere segretari sindacali siamo operai della Fiat''. Mastrosimone rilancia ''l'idea di uno scontro forte e ad oltranza con la Fiat, senza fare sconti a un'azienda arrogante che calpesta la dignita' dei siciliani''. ''Non possiamo inseguire la Fiat - conclude - bisogna agire adesso e in fretta per difendere la fabbrica che Fiat ha deciso di chiudere''.