Live Sicilia

Enzo Emanuele nominato segretario generale

Le scelte di Lombardo
Ecco i nuovi dirigenti


Articolo letto 1.926 volte

Enzo Emanuele è il nuovo segretario della Presidenza della Regione. Restano al loro posto, tra gli altri, Romeo Palma all'ufficio legislativo e Patrizia Monterosso che allrga la sfera di competenza dalla Formazione anche all'Istruzione. Alessandra Russo va al Lavoro, Nicola Vernuccio dall'Industria al nuovo dipartimento delle Attività produttive. Spicca la nomina della figlia di Paolo Borsellino alla guida dell'ufficio per l'integrazione socio sanitario. La giunta adesso affronta il tema delle deleghe degli assessori.

VOTA
0/5
0 voti

enzo emanuele, lombardo, palermo, Politica, regione, Politica
Enzo Emanuele è il nuovo segretario della Presidenza della Regione. E' lui il superburocrate scelto dal governo di Raffaele Lombardo per succedere a Piercarmelo Russo, che è entrato in giunta come assessore. Emanuele, già ragioniere generale, mantiene l'interim della direzione generale del Bilancio. La giunta ha appena terminato di scegliere i 28 nuovi dirigenti generali. Restano al loro posto, tra gli altri, Romeo Palma all'ufficio legislativo e Patrizia Monterosso che allrga la sfera di competenza dalla Formazione anche all'Istruzione. Alessandra Russo va al Lavoro, Nicola Vernuccio dall'Industria al nuovo dipartimento delle Attività produttive. Spicca anche la nomina della figlia di Paolo Borsellino alla guida dell'ufficio per l'Integrazione socio sanitaria. La giunta adesso affronta il tema delle deleghe degli assessori.

Al Dipartimento programmazione resta Felice Bonanno, agli uffici di Bruxelles Francesco Attaguile, alla Protezione civile Pietro Lo Monaco, all'ufficio Legilsativo, come detto, resta Romeo Palma. Al Dipartimento Funzione pubblica va Giovanni Bologna, alle Autonomie locali Luciana Giammanco, agli Interventi strutturali per l'agricoltura Rosa Barresi. Al dipartimento regionale degli Interventi infrastrutturali per l'agricoltura va l'ex preside della Facoltà di Agraria dell'Università di Catania Salvatore Barbagallo. Gianmaria Sparma resta alla Pesca, Rino Giglione è il nuovo dirigente del dipartimento Azienda regionale forste demaniali. Nicola Vernuccio, come detto, è il dirigente generale delle Attività produttive. Ai Beni culturali nominato Gesualdo Campo, già sovrintendente a Catania. Alle Finanze Salvatore Taormina, all'energia Rossana Interlandi, all'Acqua e ai Rifiuti Sebastiano Dalle Nogare, alla Famiglia Letizia Diliberti. Alessandra Russo al Lavoro, Rino Lo Nigro resta all'Agenzia per l'impiego, Vincenzo Falgares va alle Infrastrutture. Istruzione e Formazione a Patrizia Monterosso, Sanità a Maurizio Guizzardi, Attività sanitarie e osservatorio epidemiologico Mario Zappia. Sergio Gelardi, già a capo di Cinesicilia, è il nuovo dirigente generale dell'Ambiente e ha anche l'interim all'Urbanistica. Pietro Tolomeo va a capo del comando del Corpo forestale regionale. Al dipartimento turismo, sport e spettacolo va Marco Salerno.
Quanto alle altre nomine decise dalla giunta, ancora in corso per assegnare le deleghe agli assessori, a capo dell'ufficio Audit Ludovico Benfante, Salvo Cocina nominato Enery manager (figura prevista dal nuovo piano energetico regionale), Ignazio Tozzo direttore del Fondo pensioni, Franco Di Chiara a capo dell'Eas, Maurizio Cimino dell'Esa, mentre la guida dell'ufficio speciale per l'integrazione sociosanitaria va a Lucia Borsellino, figlia di Paolo.