Live Sicilia

Blitz a Palermo

Le vittime denunciano
Presi gli estortori


Articolo letto 448 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
Un'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal Gip di Palermo Pasqua Seminara su richiesta della Dda nei confronti di Antonio Lo Nigro, 31 anni, Michele Marino, 42 anni, Renato Sacco, 43 anni, e Vincenzo Vella, 45 anni. Il provvedimento è stato eseguito da agenti della Squadra Mobile. Lo Nigro e Vella, già detenuti per il reato di associazione mafiosa, sono stati raggiunti dal nuovo provvedimento, in concorso con Sacco, per estorsione aggravata in danno di un commerciante del quartiere palermitano di Brancaccio. Determinanti per le indagini le dichiarazioni dalla vittima, che ha confermato gli indizi già raccolti dalla polizia che da tempo teneva sotto controllo Vella. L'esercente ha poi ricostruito l'intera vicenda e riferito che, a partire dal 2004, era stato costretto a consegnare regolarmente la "mensilità" a Antonio Lo Nigro, fino al gennaio 2008, data di inizio della sua latitanza, e, successivamente a Renato Sacco, incaricato della riscossione fino al settembre 2008, momento in cui, per volere dello stesso Lo Nigro, venne sostituito da Vincenzo Vella. Michele Marino, anch'egli già detenuto per partecipazione ad asoociazione mafiosa, è invece accusato di estorsione aggravata in concorso ai danni di un altro piccolo imprenditore sempre di Brancaccio. La vittima, in questo caso, si è decisa a parlare con gli inquirenti solo dopo aver letto su un giornale che Marino era stato arrestato nell'ambito dell'operazione "Cerbero" nel maggio scorso.