Live Sicilia

L'arcivescovo di Palermo bacchetta l'Ars

Romeo contro la politica:
"Non vedo sforzi comuni"


Articolo letto 474 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
"Stando alle dichiarazioni sentite anche dai componenti dell'Assemblea regionale, non vedo una convergenza di sforzi comuni. Tutti quanti a vedere se i deputati che sostengono il nuovo governo sono 29 o 31...  questo non è positivo. Non sono un politico, non so se c'è stato un ribaltone oppure no; certamente non c'è, a detta anche degli stessi leader politici, quella convergenza auspicata". Lo ha detto l'arcivescovo di Palermo Paolo Romeo, davanti alla telecamere della Tgr Sicilia, sulla crisi in Sicilia che ha portato alla formazione del terzo governo Lombardo, sostenuto dai 31 deputati di Mpa, Pdl-Sicilia e dall'unico rutelliano all'Ars, con la disponibilità al dialogo espressa dal Pd sulle riforme. Una forte presa di posizione a cui poi ne è seguita un'altra: "Siamo seriamente preoccupati sulla vicenda Fiat. Se non c'è un rinnovato impegno - ha detto Romeo - è forte il rischio di compromettere seriamente l'avvenire delle nostre terre".