Live Sicilia

Da Blogsicilia.it

Lampedusa, ritorno al passato
Ko internet e cellulari


Articolo letto 685 volte

VOTA
0/5
0 voti

cellulari, internet, lampedusa, Cronaca
A Lampedusa l’antipasto del capodanno è stato a dir poco tradizionale… In letargo telefoni cellulari, internet, bancomat, poste, biglietteria dell’aeroporto, ecc. Tutto, si dice, per colpa dell’ancora di una nave.
Insomma, una situazione surreale e paradossale, se si pensa che siamo nell’era della comunicazione mediata dai computer e dalla telefonia mobile.
Immaginate, o voi che non abitate nell’ultimo lembo a sud d’Italia (e d’Europa), di:
1) Non potere utilizzare il cellulare, inutile per contattare, inviare sms, collegarsi ad internet, ecc.
2) Non potere prelevare il vostro denaro dagli sportelli automatici delle banche e delle Poste.
3) Non potere utilizzare Facebook, aggiornare i blog, leggere le e-mail, chattare con Msn, ecc.
4) Non potere prenotare un biglietto aereo perché le operazioni si svolgono online (così come tante altre che riguardano vari servizi).
E chi più ne ha, più ne metta.
Risultato? Il passato.
File alle cabine telefoniche (che si sono intasate subito), auguri fisici e non virtuali, informazione acquisita grazie ai media tradizionali (a Lampedusa solo 6 canali televisivi disponibili, eccetto coloro che hanno deciso di farsi la parabola, mentre i quotidiani arrivano un giorno sì e cinque no)…
Ma tutto il male non viene per nuocere, recita il proverbio, perché a Lampedusa abbiamo vissuto una settimana reale, con più contatti (stavolta non pagine lette di un sito ma interazioni sociali face-to-face).

(da blogsicilia.it)