Live Sicilia

CINISI

La casa-memoria Impastato vuole l'abitazione di don Tano


Articolo letto 423 volte

VOTA
0/5
0 voti

, Le brevi

“Sei andato a scuola? Sai contare? E sai camminare? E allora forza, conta e cammina!” Indubbiamente la scena più nota del film di Marco Tullio Giordana che fece conoscere la storia di Peppino Impastato al grande pubblico. Oltre 30 anni dopo l'omicidio del giovane siciliano, la casa memoria Felicia e Peppino Impastato di Cinisi è pronta a solcare un'ultima volta quei celeberrimi 100 passi. L'associazione che gestisce la casa natale della vittima di mafia ha chiesto infatti l'assegnazione dell'immobile confiscato a Tano Badalamenti. Proprio a 100 passi dalla sede dell'organizzazione no profit dovrebbe nascere una biblioteca e un circolo culturale, ispirato a quello fondato dallo stesso Impastato negli anni Settanta, come descritto dal progetto che l'associazione ha presentato al comune di Cinisi.